EATC ( EUROPEAN AIR TRANSPORT COMMAND )

L’EATC è il comando europeo del trasporto aereo militare ed è un unico comando multinazionale. Il suo quartier generale si trova presso la base aerea di Eindhoven, nei Paesi Bassi. La flotta è composta da oltre 200 aeromobili situati presso le diverse basi aeree nazionali all’interno dei sette paesi membri.

 

L’EATC è un’organizzazione unica in Europa per il trasporto aereo militare sia per quanto riguarda il rifornimento aria-aria che per quanto riguarda l’evacuazione aeromedica. L’obiettivo generale è quello di migliorare l’efficacia e l’efficienza degli sforzi dei sette paesi membri per il trasporto aereo militare.

KDC-10 RNAF (2)

L’idea di EATC nacque nel 1999. I precursori furono Francia e Germania, che sono da sempre un forte riferimento di cooperazione bilaterale nel settore del trasporto aereo. Poiché la NATO e l’UE hanno individuato carenze nel settore del trasporto strategico, nel corso degli anni sono state sviluppate iniziative volte a raggiungere il massimo grado di cooperazione in una struttura di comando multinazionale con un’autorità operativa e funzionale. Le regole di base dell’EATC sono state fissate nel settembre 2010 e l’EATC è stata inaugurata presso la base aerea di Eindhoven dai quattro membri fondatori cioè Paesi Bassi, Belgio, Francia e Germania. Il Lussemburgo ha aderito nel 2012 mentre  Spagna e Italia due anni dopo, nel 2014. I sette paesi membri gestiscono i loro mezzi di trasporto aereo militare sotto un unico comando con un insieme comune di norme e regolamenti. Mettono in comune e condividono le capacità di trasporto aereo, scambiano esperienze e si formano insieme in ambienti multinazionali.

EATC (8)

La chiave del successo dell’EATC è la fiducia acquisita dagli stati membri. Il rapporto tra i partner si basa su un modello di business innovativo in cui le nazioni trasferiscono l’autorità all’EATC sui beni designati. D’altra parte possono revocare questo trasferimento di autorità in qualsiasi momento e salvaguardare le primarie esigenze nazionali. L’EATC non è un organo indipendente che governa i beni assegnati, ma fa parte delle sette strutture di comando nazionali. Di conseguenza, le persone che vi lavorano operano di fatto per le nazioni. Sono il collegamento tra i comandi delle forze aeree nazionali e il livello di esecuzione. I sette paesi membri condividono il bilancio comune multinazionale e la forza lavoro secondo chiavi di condivisione approvate.

L’EATC è regolata da una governance denominata  “Multinational Air Transport Committee” o MATraC che non è altro che il livello decisionale più alto ed è composto dai direttori dei reparti volo dei paesi membri. Il presidente è scelto tra i direttori per un mandato di due anni. La sede centrale della EATC, che come detto in precedenza è situata presso la base aerea di Eindhoven nei Paesi Bassi, gestisce tutti i beni (mezzi e personale) provenienti dalle sette nazioni membri sotto un unico comando con norme e regolamenti comuni. Il comandante (COM) e il capo di stato maggiore (COS) ruotano in linea di principio su base biennale tra Francia e Germania. Dal 1° settembre 2018 il comandante è il Maggiore Generale Francese (OF-7) Laurent Marboeuf. Il capo di stato maggiore è il Generale di Brigata Aerea Tedesca (OF-6) Andreas Schick.

Il vicecomandante (DCOM) ruota su base triennale tra Italia, Belgio, Spagna e Paesi Bassi. Nel 2017, il Generale di Brigata Italiana (OF-6) Francesco Saverio Agresti ha assunto il ruolo di DCOM. I paesi membri sono rappresentati all’interno della sede centrale dai “Senior National Representatives” (SNR). I SNR sono a doppia funzione: da un lato si interfacciano tra l’EATC e la rispettiva nazione, dall’altro ricoprono i posti a rotazione dei capi divisione e dei capi divisione supplenti, nonché dei capi ufficio affari pubblici. Il gruppo di comando è supportato da tre divisioni: la divisione operativa, la divisione funzionale e la divisione politica e di supporto. Le divisioni interagiscono strettamente e lavorano fianco a fianco per aumentare l’efficacia e l’efficienza in seno all’EATC.

Durante tutto l’anno, l’EATC conduce importanti formazioni e corsi europei nei settori del trasporto aereo, del rifornimento aria-aria, della manutenzione, delle “Operazioni Combinate Aeroportuali”. Il settore Training & Exercises organizza questi eventi mettendo in pratica le competenze del settore Employment, nonché del settore Technical & Logistical. Insieme offrono corsi di formazione altamente professionali come l’European Air Refuelling Training (EART), il Disabled Aircraft Recovery Training (DART) o il Combined Air Terminal Operations (CATO) Combined Air Terminal Training (CATT) e Advanced Air Terminal Training (ACATT). Inoltre forniscono uno strumento di e-learning a supporto dei corsi di formazione. I tre rami lavorano in stretta collaborazione con i paesi membri dell’EATC, i paesi terzi, l’Agenzia europea per la difesa o l’European Tactical Airlift Centre (ETAC). L’EATC sostiene anche il programma europeo per il trasporto aereo tattico (ETAP ).

L’ “Air Transport & Air-to-Air Refuelling and other Exchanges of Services” (ATARES) è un sistema di scambio senza contanti per i servizi di trasporto aereo. 28 nazioni europee e paesi della NATO fanno parte dell’accordo multinazionale ATARES. Lo scambio di servizi si basa sull'”Equivalent Flying Hour” (EFH): questo riferimento è il prezzo di costo di un’ora di volo di C-130/C-160. Tutti gli altri tipi di aeromobili offerti nell’ambito dell’accordo ATARES sono calcolati sulla base di questo riferimento C-130/C-160. Questo accordo facilita il sostegno reciproco attraverso lo scambio di servizi ed è la valuta utilizzata tra i paesi membri dell’EATC. Questo servizio cashless permette alle nazioni di risparmiare sulle spese di outsourcing e di ottimizzare il fattore di carico dell’aeromobile (meno spazio vuoto). Può anche offrire ulteriori opportunità di formazione alle nazioni.

FUNZIONI DELL’EATC

Trasporto aereo

L’EATC comprende tre aree di missione principali: trasporto aereo, rifornimento aria-aria e evacuazione aero medica. Gli aeromobili da trasporto dell’EATC trasportano passeggeri e merci in tutto il mondo con mezzi tattici e strategici. L’EATC fornisce la capacità di sostenerli sempre in diversi teatri operativi. L’EATC assicura il trasporto aereo comandando una flotta diversificata e multinazionale con più di 34 tipi di aerei diversi conferendo alla EATC una flessibilità unica al fine di ottimizzare al meglio le missioni di volo.

 

Aumenta di conseguenza l’efficienza e l’efficacia delle richieste implementando un meccanismo innovativo di condivisione tra le nazioni. L’EATC pianifica, svolge compiti e controlli su base giornaliera 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in tutto il mondo, come il trasporto di merci e passeggeri, i voli VIP, i lanci di paracadutisti o il trasporto di militari verso le sale operatorie.  La divisione operativa dell’EATC tratta le richieste di trasporto aereo dei paesi membri. Essi gestiscono l’intero processo per il successo delle missioni di trasporto aereo. Per raggiungere l’interoperabilità e per garantire un’operatività comune senza intoppi, è della massima importanza che tali nazioni si allenino insieme in anticipo. Per questo motivo l’EATC ha introdotto una serie di esercitazioni e corsi di addestramento tattico multinazionali.

Rifornimento aria-aria

Uno dei tre punti focali dell’EATC è il settore del rifornimento in volo. L’Air-to-Air Refuelling (AAR) è un importante moltiplicatore delle forze aeree: permette di estendere l’autonomia, la resistenza, il carico utile e la flessibilità di un aereo ricevitore. Negli ultimi anni, l’EATC ha maturato una grande esperienza nel settore dell’AAR, migliorando continuamente la capacità dell’AAR. Oggi l’EATC è considerata in Europa il maggiore esperto in questo settore. Nel 2014 l’EATC ha creato una cellula AAR dedicata, che è un centro nodale permanente per la gestione delle informazioni. Questa cellula fornisce un servizio coordinato, efficiente e reattivo, garantendo la coerenza tra i paesi membri dell’EATC. Oggi cinque paesi membri dell’EATC (Paesi Bassi, Germania, Spagna, Italia, Francia e Paesi Bassi) possiedono già i benefici dell’AAR. In futuro tutte e sette le nazioni condivideranno le capacità AAR. Durante le operazioni, le aerocisterne sono spesso una risorsa comune: ad una aerocisterna di una nazione può essere richiesto di rifornire di carburante un aereo di un’altra nazione.

 

L’interoperabilità è quindi uno strumento essenziale per il successo. Per questo motivo la cellula AAR mira ad armonizzare e standardizzare tutte le tattiche, le tecniche e le procedure AAR correlate. Al fine di raggiungere l’interoperabilità e garantire le operazioni comuni, è della massima importanza che le nazioni si allenino insieme spesso e per questo motivo che la EATC ha introdotto ogni anno (dal 2014) l’esercitazione denominata “European Air Refuelling Training” (EART). L’EART è l’unica formazione multinazionale di AAR per il personale di volo degli aerei, i pianificatori e gli ingegneri di bordo. Si tratta di un appuntamento annuale per le nazioni ed i partner europei. L’EATC è inoltre fortemente impegnata nell’introduzione di nuovi aeromobili da cisterna di nuova generazione come l’iniziativa dell’MRTT, ovvero l’Airbus A330.

Evacuazione Aero medica – MEDEVAC

L’EATC pianifica l’evacuazione aero medica strategica di feriti o malati per via aerea da qualsiasi parte del mondo verso il paese di origine dei pazienti, o verso un luogo sicuro dove sono disponibili cure mediche adeguate. In media, EATC coordina il trasporto mondiale di oltre 1000 pazienti all’anno. Questo coordinamento viene effettuato attraverso il Centro di Controllo dell’Evacuazione Aero medica dell’EATC (AECC).  Il team multinazionale dell’AECC è composto da chirurghi e infermieri di volo – esperti di trasporti aero medici. Il team valuta le richieste nazionali di evacuazione aero medica dei pazienti, sceglie i migliori mezzi di trasporto in relazione alle esigenze mediche del paziente e supervisiona la missione di evacuazione. L’AECC mira anche a sviluppare procedure standardizzate e certificazioni nazionali nel settore dell’evacuazione aero medica. L’esperienza dell’AECC in questo campo di lavoro è ampiamente riconosciuta.

MEDIA DAY 4 APRILE 2019 – EART 2019

5

La giornata è iniziata poco prima della 7.45 con l’arrivo in base di tutti i giornalisti e fotografi accreditati, presso la zona militare dell’aeroporto  di Eindhoven. Dopo un breve trasferimento in autobus all’edificio della EATC e un caffè di benvenuto, alle 8:15 è iniziato ufficialmente il media day presso la sala conferenze dell’EATC a cura del colonnello Boekholt, comandante della base aerea di Eindhoven, che ha salutato e dato il benvenuto a tutti i presenti.

BREIFING (1)

Alle 8.20 circa ha preso la parola il Generale di Brigata Aerea Agresti, vicecomandante dell’EATC seguito a breve dal briefing sulle caratteristiche della EATC & EART da parte del Colonnello Massucci, direttore di EART. A disposizione erano presenti anche i comandante della MMU, rappresentanti della EDA, EATC e NLD ed esperti in AAR dove è stato possibile fare domande e interviste sull’organizzazione e caratteristiche dell’EATC.

BREIFING (39)

Alle 9.50, al termine della conferenza tutti gli organi di stampa sono stati trasferiti al terminal passeggeri  dell’aeroporto militare per le procedure di check-in e briefing pre-volo.

 

Erano presenti circa 60 addetti stampa al Media-Day, che sono stati smistati sui vari velivoli da rifornimento; il velivolo che mi è stato assegnato è stato il KDC-10 della Royal Netherlands Air Force.

BREIFING (45)BREIFING (46)

Erano presenti per la EART 2019 anche un KC-135R dell’USAF, un KC-135 della Armée de l’Air, un A310 della Luftwaffe, un A330 Voyager della RAF e il KDC-10 Olandese con cui ho volato insieme ad altri 30 giornalisti.

EINDHOVEN AIR BASE (1)

Intorno alle ore 12, con l’arrivo di tutti i velivoli addetti alle operazioni di AAR (5 velivoli ), sono iniziate le procedure di imbarco precedute da una breve mostra statica dei velivoli.

Il decollo è avvenuto intorno alle ore 13, direzione Mare del Nord in un area pre-assegnata per il rifornimento in volo;  4 F-16 Polacchi sono giunti per le operazioni di rifornimento dopo circa 55 minuti dal nostro decollo. Le operazioni di refuelling non sono durate più di 15 minuti, al termine dei quali i 4 F16 hanno potuto continuare la loro missione di addestramento nell’esercitazione multinazionale “Frisian Flag”.

F-16 POLISH AF (3)

Siamo rimasti all’interno della stessa area per circa 40 minuti, sempre circuitando in attesa che qualche velivolo necessitasse di un rifornimento.

F-16 POLISH AF (18)

 

Purtroppo nessun altro velivolo, che prendeva parte all’esercitazione Frisian Flag, necessitava di carburante e di lì a poco abbiamo fatto ritorno verso l’aeroporto di Eindhoven atterrando intorno alle 15.20 e ponendo così fine al Media Day.

NOTA: Dal 2014 l’Esercitazione EART si svolge in concomitanza con l’esercitazione multinazionale “Frisian Flag” che ha luogo annualmente sempre in questo periodo presso la base aerea Olandese di Leeuwarden – NL.

Di seguito l’elenco degli assetti partecipanti:

4x Mirage 2000D FAF EC003
10x EF2000 GAF TLG31
8x F-16C/D PolAF 31BLT
16x F-16AM RNLAF various squadrons
4x FA-18C SwissAF
10x F-16C USAF 148thFW/179thFS Minnesota ANG
1x Da20EW civil Cobham

L’Autore desidera ringraziare il Public Affairs Office della European Air Transport Command della Base Aerea di Eindhoven – NL per la disponibilità e accoglienza dimostrata durante il Media Day del 4 Aprile.

Articolo & Photo by © OMAR RIGAMONTI


ENGLISH VERSION

EATC ( EUROPEAN AIR TRANSPORT COMMAND )

EATC is the European Military Air Transport Command and it’s a single multinational command. Its headquarters are located at the Eindhoven air base in the Netherlands. The fleet consists of more than 200 aircraft located at the different national air bases within the seven member countries.
The EATC is a unique organisation in Europe for military air transport both in terms of air-to-air refuelling and air-to-medical evacuation. The overall objective is to improve the effectiveness and efficiency of the seven Member States’ efforts in military Air Transport.
The idea for the EATC was born in 1999. The forerunners were France and Germany, which have always been a strong reference for bilateral cooperation in the field of Air Transport. As NATO and the EU have identified shortcomings in the strategic transport sector, initiatives have been developed over the years to achieve the highest degree of cooperation in a multinational command structure with an operational and functional authority. The basic rules of the EATC were established in September 2010 and the EATC was inaugurated at the Eindhoven air base by the four founding members, namely the Netherlands, Belgium, France and Germany. Luxembourg joined in 2012 and Spain and Italy two years later, in 2014. The seven member nations operate their military Air Transport assets under a single command with a single common set of rules and regulations. They pool and share air transport capabilities, exchange experiences and are formed together in multinational environments.
The key to the success of the EATC is the trust acquired by member nations. The relationship between partners is based on an innovative business model where nations transfer authority to the EATC over designated assets. On the other hand, they can revoke this transfer of authority at any time and safeguard the primary national needs. The EATC is not an independent body that governs assigned assets, but is part of the seven national command structures. As a result, the people who work for the EATC work de facto for the nations. They are the link between national air force commands and the level of execution. The seven member nations share the common multinational budget and workforce according to approved sharing keys.
The EATC is managed by a governance called the “Multinational Air Transport Committee” or MATraC which is nothing more than the highest decision-making level and is composed of the air directors of the member nations. The chairman is chosen among the air directors for a two-year term. The headquarters of the EATC, which as mentioned above is located at the Eindhoven air base in the Netherlands, manages all assets (assets and personnel) from the seven member nations under one command with a common set of rules and regulations. The Commander (COM) and Chief of Staff (COS) rotate in principle on a two-yearly basis between France and Germany. Since 1 September 2018, the commander has been the French Major General (OF-7) Laurent Marboeuf. The Chief of Staff is the German Brigadier General (OF-6) Andreas Schick. The Deputy Commander (DCOM) rotates on a three-year basis between Italy, Belgium, Spain and the Netherlands. In 2017, the Italian Brigadier General (OF-6) Francesco Saverio Agresti assumed the role of DCOM. The member countries are represented in the headquarters by the Senior National Representatives (SNR). The SNRs have two functions: on the one hand, they interface between the EATC and their respective countries, on the other hand, they hold the rotating positions of division heads and deputy division heads, as well as heads of public affairs offices. The command group is supported by three divisions: the operational division, the functional division and the political and support division. The divisions interact closely and work together to increase effectiveness and efficiency within the EATC.
Throughout the year, the EATC conducts important European training and courses in the areas of air transport, air-to-air refuelling, maintenance, and “Combined Airport Operations”.
The Training & Exercises sector organises these events by putting into practice the skills of the Employment sector as well as the Technical & Logistical sector. Together they offer highly professional training courses such as European Air Refuelling Training (EART), Disabled Aircraft Recovery Training (DART) or Combined Air Terminal Operations (CATO) (Combined Air Terminal Training (CATT) and Advanced Air Terminal Training (ACATT). They also provide an e-learning tool to support training courses.

3

Image from EATC

The three branches work in close cooperation with EATC member countries, third countries, the European Defence Agency or the European Tactical Airlift Centre (ETAC). The EATC also supports the European Tactical Air Transport Programme (ETAP).
Air Transport & Air-to-Air Refuelling and other Exchanges of Services (ATARES) is a cashless exchange system for air transport services. 28 European and NATO nations are part of the multinational ATARES agreement. The service exchange is based on the Equivalent Flying Hour (EFH): this reference is the cost price of a C-130/C-160 flight hour. All other types of aircraft offered under the ATARES Agreement are calculated on the basis of this C-130/C-160 reference. This agreement facilitates mutual support through the exchange of services and is the currency used between EATC member countries. This cashless service allows countries to save on outsourcing costs and to optimize the load factor of the aircraft (less empty space). It can also offer additional training opportunities to countries.

EATC FUNCTIONS

Air transport
The EATC comprises three main mission areas: air transport, air-to-air refuelling and air-to-medical evacuation. The EATC’s transport aircraft carry passengers and cargo around the world by tactical and strategic means. The EATC provides the ability to support them at all times in different operating theatres. The EATC provides air transport by commanding a diversified and multinational fleet with more than 34 different types of aircraft, giving the EATC unique flexibility to optimise flight missions. It increases the efficiency and effectiveness required by implementing an innovative mechanism of sharing between nations. The EATC plans, performs tasks and controls on a daily basis 24 hours a day, 7 days a week around the world, such as the transport of goods and passengers, VIP flights, parachute launches or the transport of military personnel to operating theatres. The operational division of the EATC handles air transport requests from member countries. They manage the entire process for the success of air transport missions. To achieve interoperability and to ensure smooth common operations, it is of the utmost importance that nations train together in advance. For this reason, the EATC has introduced a series of multinational tactical exercises and training courses.

Air-to-Air supply
One of the three focal points of the EATC is the in-flight refuelling sector. Air-to-Air Refuelling (AAR) is an important multiplier of the air forces: it allows to extend the autonomy, the resistance, the payload and the flexibility of a receiver plane. In recent years, EATC has gained a great deal of experience in the AAR sector, continuously improving the capacity of the AAR. Today, the EATC is considered Europe’s leading expert in this field. In 2014, the EATC created a dedicated AAR cell. This cell is a permanent nodal centre for information management. This cell provides a coordinated, efficient and responsive service, ensuring consistency between EATC member countries. Today, five EATC member countries (the Netherlands, Germany, Spain, Italy, France and the Netherlands) already have the benefits of the AAR. In the future, all seven nations will share AAR capabilities. During operations, AAR tankers are often a common resource: an air tanker from one country may be required to refuel an airplane from another country. Interoperability is therefore an essential tool for success. For this reason, the AAR cell aims to harmonise and standardise all related AAR tactics, techniques and procedures. In order to achieve interoperability and ensure smooth joint operations, it is of the utmost importance that nations train together often and for this reason the EATC has introduced each year (from 2014) the exercise called “European Air Refuelling Training” (EART). The EART is AAR’s only multinational training for aircraft flight crew, planners and flight engineers. It is an annual event for European nations and partners. The EATC is also strongly committed to the introduction of new next-generation tanker aircraft such as the MRTT initiative, the Airbus A330.

Evacuation Medical – MEDEVAC
The EATC plans the strategic airborne medical evacuation of injured or sick persons by air from anywhere in the world to the patients’ country of origin, or to a safe place where adequate medical care is available. On average, EATC coordinates the worldwide transport of more than 1000 patients per year. This coordination is done through the EATC’s Aero Medical Evacuation Control Centre (AECC). The multinational team of the AECC is composed of surgeons and flight nurses – experts in aero-medical transport. The team assesses national requests for airborne medical evacuation of patients, chooses the best means of transport in relation to the medical needs of the patient and oversees the evacuation mission. The AECC also aims to develop standardised procedures and national certifications in the field of aero-medical evacuation. The AECC’s experience in this field of work is widely recognised.

1

Image from EATC

MEDIA DAY 4 APRIL 2019 – EART 2019
The day begins just before 7.45 am with the arrival in base of all accredited journalists and photographers, at the military area of the airport of Eindhoven. After a short bus transfer to the EATC building and after a welcome coffee, at 8:15 a.m. the media day officially started at the EATC conference room by Colonel Boekholt, commander of the Eindhoven air base, who greeted and welcomed all those present.
At about 8.20 a.m. the Italian Brigadier General Agresti, deputy commander of the EATC took the floor, followed shortly by a briefing on the characteristics of the EATC & EART by Colonel Massucci, director of the EART. Also present were the commander of the MMU, representatives of the EDA, EATC and NLD and experts in AAR where it was possible to ask questions and interviews on the organization and characteristics of the EATC.
At 9.50 a.m. at the end of the conference all the press were transferred to the passenger terminal of the military airport for check-in procedures and pre-flight briefing.
There were about 60 Media-Day press officers present, who were sorted on the various refuelling aircraft; the aircraft that was assigned to me was the Royal Netherland Air Force’s KDC-10.
Also present for EART 2019 were a KC-135R from USAF, a KC-135 from Armée de l’Air, an A310 from Luftwaffe, an A330 Voyager from RAF and the Dutch KDC-10 I flew in along with 30 other journalists.
Around 12 o’clock, with the arrival of all the aircraft involved in the operations of AAR (5 aircraft), embarkation procedures began, preceded by a brief static exhibition of the aircraft.
The take-off took place around 1 p.m. towards the North Sea in a pre-assigned area for in-flight refuelling; 4 F-16 of Polish AF arrived for refuelling operations after about 55 minutes from our take-off time. The refuelling operations did not last more than 15 minutes, at the end of which the 4 F16s were able to continue their training mission in the multinational exercise “Frisian Flag”.
We flew still inside in the same area for about 40 minutes, always circuiting while waiting for some aircraft that might need a refueling. Unfortunately no other aircraft, which was taking part in the Frisian Flag exercise, needed fuel and we soon returned to Eindhoven airport, landing at around 15.20 and thus ending Media Day.

42

Image from EATC

NOTE: From 2014 the EART Exercise has taken place in conjunction with the multinational exercise “Frisian Flag” which is organized annually during this period at the Dutch Air Base in Leeuwarden – NL.

Below a list of participating aircraft:

4x Mirage 2000D FAF EC003
10x EF2000 GAF TLG31
8x F-16C/D PolAF 31BLT
16x F-16AM RNLAF various squadrons
4x FA-18C SwissAF
10x F-16C USAF 148thFW/179thFS Minnesota ANG
1x Da20EW civil Cobham

The author would like to thank the Public Affairs Office of the European Air Transport Command of the Eindhoven Air Base – NL for the availability and welcome shown by all EATC staff during the Media Day of April 4.

Article & Photo by © OMAR RIGAMONTI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: